La FIASP

La FlASP (Federazione Italiana Amatori Sport Per Tutti), con sede in Mantova, e' una libera Associazione che da venticinque anni si dedica alla propaganda, diffusione, ed organizzazione di manifestazioni sportive a carattere popolare come: il podismo, il cicloturismo e sci da fondo. La peculiarità' di questa Federazione e'  l'assoluta NON COMPETITIVITA' in tutte le attività che Essa omologa e che si effettuano secondo le date stabilite in un calendario. La FIASP non è contro l'agonismo, ma intente, privilegiare e risaltare aspetti quali il rapporto con la natura, la socializzazione, l'arricchimento culturale dei suoi iscritti, l'attività praticata attraverso una rilassante passeggiata in luoghi capaci di offrire stimoli artistici ed ambientali. Per tentare di regolarizzare il fenomeno, ormai divenuto fatto sociale e di costume, la FIASP si è dato uno Statuto e dei Regolamenti. A queste idee hanno aderito quasi mille società amatoriali, presenti in oltre 50 Province, con l'omologazione di oltre milleduecento manifestazioni e migliaia di praticanti effettivi.

Anche i paesi più' piccoli, e poco conosciuti, possono vivere, una volta all'anno, grazie a questa organizzazione, il "momento di gloria" di una giornata sportiva all'insegna di un'escursione all'aria aperta.

Tutte le manifestazioni FIASP " non gare", si effettuano su strada, non hanno bisogno, quindi, di palestre od impianti sportivi miliardari. La FIASP non è preposta a preparare Atleti per le Olimpiadi (non e' sua competenza), ma tenta di favorire il moto all'aria aperta a tutti i cittadini di ogni sesso, età e senza spese, eccetto l'obbligo assicurativo.

 

Con questi principi e motivazioni la FIASP ha aderito, unica in Italia, alla IVV Internazionale: la Federazione degli Sport Popolari e non competitivi con sede a Monaco e riconosciuta dalla Carta Europea dello Sport.

 

Con l'affiliazione, si acquisisce il valore legale di partecipare attivamente alla vita della Federazione, esserne partecipe delle finalità istituzionali acquisendo diritti e doveri specificati negli articoli dello statuto, nei regolamenti e delibere assunte dagli Organi Federali.

 

Oltre a questo, con la quota di affiliazione, il Gruppo acquisisce:

 

A) il diritto di vedere la propria manifestazione pubblicata sul Calendario Nazionale,

 

B) il diritto di vedere la propria manifestazione pubblicata sul Calendario Internazionale,

 

C) il diritto di vedere la propria manifestazione pubblicata sulla Rivista Sportinsieme,

 

D) usufruire di una polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi per la organizzazione della propria marcia,

 

E) vedere assicurati tutti i partecipanti con una forma di polizza per infortuni (derivanti dalla attività sportiva svolta) che comprende la invalidità permanente e rimborsi per casi di ricovero ospedaliero,

F) avere, quale gruppo Affiliato, tutte le copie della Rivista Sportinsieme prodotte durante l'anno,

 

G)vedere il proprio Direttivo (cinque membri) affiliati direttamente alla FIASP con relativa polizza assicurativa per l'attività sportiva svolta,

 

H) godere di assistenza legale per fatti connessi all'attività sportiva,

 

I) essere aggiornati sulle leggi emanate dagli organi di stato in materia sportiva, ed amministrativa,

 

L) disporre di una assistenza amministrativa per la propria gestione sportiva,

 

M) assicurarsi la presenza tecnico-sportiva di personale adeguato, disposto a collaborare per la riuscita della manifestazione,

 

N) accedere a tutti i Concorsi Nazionali e Internazionali gestiti dalla FIASP.

 

I dati delle manifestazioni in programma per l'anno successivo, verranno raccolti entro il mese di settembre, ed aggiornati periodicamente sulla Rubrica della Rivista Sportinsieme nel Calendario Manifestazioni, è possibile pubblicizzare le proprie manifestazioni con box a titolo gratuito o dietro contributi modesti.

 

La FIASP vuole espandere le sue finalità ed attività anche dove oggi non è presente, senza
prevaricare nessuna entità associativa esistente, collaborando con esse per migliorare le aspettative dei partecipanti e portare il proprio contributo a favore di tutti gli Operatori sportivi che si prodigano per l'affermazione e la crescita di sani valori.

Cos'è la FIASP

Origini della FIASP

 

Le origini della FIASP vanno ricercate tra il 1969 ed il 1970 quando, per spontanea iniziativa, un gruppo di appassionati sportivi lanciò le cosiddette "non competitive" in Italia, fondando la rivista Vai che fu la molla per la diffusione dell'amore per il moto e per la natura. Questo gruppo di amici si fece schiera, legione. Le "non competitive" fiorirono, ma si ebbe anche una proliferazione di manifestazioni mosse da evidenti fini speculativi o politici. Si pose quindi il problema di regolamentare il settore nell'interesse di chi lo praticava e degli organizzatori stessi, così che nel 1973, prese forma una associazione chiamata FIASP (Federazione Italiana Amatori Sport Popolari). Inizialmente, 20 Società che aumentarono di numero, finché il 19 Febbraio 1975, a Milano, venne regolarmente costituita la FIASP con atto notarile. Gli obietti- vi dei promotori della Federazione, espressi poi nello Statuto, erano e sono:

 

Difendere l'ambiente degli Sport puri da infiltrazioni politiche di qualsiasi natura e colore.

Finalità:

 

- Tutelare gli sportivi iscritti alle Società affiliate.

 

- Ottenere dalle autorità il riconoscimento ufficiale come Federazione nazionale autonoma, per poter meglio operare nell'interesse delle Società affiliate.

 

- Far adottare in tutta Italia i Regolamenti emanati dalla Federazione per le manifestazioni podistiche non competitive. In questi anni la FIASP , tesa a propagandare con ogni mezzo in tutto il Paese l'amore per il moto e la natura, ha difeso e si è specializzata nelle manifestazioni podistiche a carattere non competitivo per avvicinare chiunque allo sport.

 

- La FIASP ha il fine di incoraggiare e curare l'amore per lo sport e la sua pratica come mezzo
di formazione fisico, psichico, culturale per una migliore utilizzazione del tempo libero e la riscoperta di valori umani e sociali. In particolare, essa intende promuovere, diffondere, potenziare, disciplinare e tutelare le manifestazioni podistiche "non competitive". Unitamente a questa disciplina, possono essere svolte altre attività non competitive come lo sci di fondo, il cicloturismo, il nuoto e altre discipline sportive.

 

- Attraverso le proprie iniziative, la FIASP, richiamandosi alla Carta Europea dello sport per
tutti, si propone di cooperare alla tutela della flora, della fauna e dell'ambiente, incluse le opere d'arte, favorendo la divulgazione e la conoscenza dei rispettivi valori e contribuire alla crescita culturale dei partecipanti.

 

La FIASP è contro ogni pratica lesiva della dignità e dell'integrità fisica della persona umana.

Appartenenza alla FIASP

 

Possono affiliarsi alla FIASP gruppi e società aventi lo scopo di far praticare ai propri iscritti e di propagandare senza alcun fine di lucro, attività sportive di carattere non competitivo. Possono, altresì, aderire alla FIASP persone fisiche praticanti le medesime attività, pur senza legami con gruppi o società; a tali aderenti spettano doveri e diritti previsti per gli affiliati. Si intendono per Gruppi organismi non aventi una formale veste giuridica ed operanti a- verso la rappresentanza di fatto di persone fisiche. Si intendono per Società o Associazioni quegli organismi aventi una formale veste giuridica con specifici atti costitutivi e proprie norme regolamentari. Gli affiliati e gli aderenti cessano di far parte della Federazione, per rinuncia, per mancato rinnovo di affiliazione, per radiazione od esclusione.

 

Perchè essere soci FIASP

 

Aderire alla FIASP è un dovere morale per tutti i Podisti praticanti. Soltanto così si potrà dare
il contributo necessario alla Federazione per il suo riconoscimento da parte del CONI quale ente di promozione sportiva e valorizzare e incrementare il movimento degli sport per tutti. Con l'adesione, al Socio FIASP si riconosce:

 

- l'acquisizione del valore legale,

 

- il diritto di voto nelle Assemblee Provinciali,

 

- il diritto di partecipare alla Assemblea Federale per il tramite di un delegato.

 

Oltre a questo, la Federazione elargisce gratuitamente la polizza assicurativa per infortuni derivanti dalla pratica sportiva svolta da parte dei Soci e valida per tutti i giorni dell'anno.

Perchè affiliarsi alla FIASP

 

Come già detto, la FIASP è nata con il fine di regolamentare, a livello nazionale, il settore sportivo delle "non competitive", anche nell'interesse degli organizzatori.

 

Affiliarsi è, quindi, un dovere per ogni Società che realmente voglia tutelare i propri
associati e fare sentire la propria presenza all'interno della Federazione.

la FIASP nella IW

 

Verso la fine del 1976 la FIASP ha aderito alla Federazione Internazionale degli Sport
Popolari, più comunemente conosciuta come I.V.V .

 

l' IW è nata in Germania nel 1968, nell'intento di riunire e regolamentare quelle
Federazioni e Associazioni che si occupano di pratiche sportive non competitive. I fon-
datori appartengono alle Federazioni Tedesca, Austriaca, Svizzera, Liechtenstein.
A queste si sono aggiunte, nel 1973, quelle lussemburghese, Alto Atesina e Belga e nel
1975 la Francia e la Norvegia. Attualmente, fra Federazioni o Associazioni singole sono
iscritte all'IW le seguenti nazioni:

 

AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, ITALIA, LIECHTENSTEIN, LUSSEMBURGO, SVEZIA, IRLANDA, GRAN BRETAGNA, NORVEGIA, OLANDA, DANIMARCA, SVIZZERA, CANADÀ, STATI UNITI D'AMERICA, SPAGNA, FINLANDIA, GIAPPONE, POLONIA, TURCHIA, CECOSLOVACCHIA, ESTONIA, GRECIA, BULGARIA, PORTOGALLO, UNGHERIA.

 

Le finalità della IW sono quelle di favorire manifestazioni sportive aperte a tutti senza mire agonistiche, per il un recupero psicofisico dei praticanti con intenti ecologici e culturali. Oggi sono iscritte all'IW migliaia di Società organizzatrici. Ogni Società organizzatrice affiliata alla FIASP, che sia in grado di dare sufficienti garanzie di serietà e capacità organizzativa, può programmare una manifestazione valida per i Concorsi IW.

La IW è diretta da un Consiglio, di cui fanno parte i Presidenti federali nazionali, e pubblica ogni anno un calendario di tutte le manifestazioni.

Come dar vita ai Comitati Territoriali  della FIASP

 

Si schematizza, di seguito, la procedura per costituire un Comitato Territoriale .Nelle province ove non esista già un Comitato, i promotori dovranno:

 

  1. chiedere alla Segreteria generale l'elenco delle Società affiliate del territorio Territoriale;

 

  1. inviare alle Società, anche a quelle non affiliate, invito per un'assemblea costitutiva
    del Comitato Territoriale;

 

3. chiedere l'intervento alla riunione di un Consigliere federale che diriga i lavori e relazioni le norme federali;

 

Per costituire un Comitato Territoriale si procederà a votazioni a scrutinio segreto ed a maggioranza semplice. " numero degli eletti sarà proporzionale al numero delle società affiliate, come previsto dalle norme statutarie. ll Presidente è eletto direttamente dall'assemblea. I membri eletti provvederanno a nominare tra loro, un Vicepresidente, un Segretario, ed un Tesoriere. Tutti possono entrare a far parte della FIASP collaborando alla sua vita diretta in modo attivo.

 

Della riunione verrà steso un verbale da inviare alla Segreteria della Federazione, unitamente ai nomi, indirizzi, e numeri telefonici dei componenti il Consiglio.

 

Il Comitato Territoriale si riunirà con la frequenza opportuna e sarà a disposizione delle società della provincia almeno una volta al mese. I Comitati, pur godendo della più ampia autonomia, sia d'iniziativa che di disposizioni nell'ambito della provincia di competenza, al fine di meglio organizzare la propria attività, sono organi della FIASP e ad essa sono subordinati nel rispetto dei regolamenti e dello spirito della Federazione, assumendo una diretta responsabilità.

 

I compiti dei Comitati Territoriale sono:

 

- diffondere nella provincia di loro competenza notizie relative alla FIASP, alle sue attività, ai relativi regolamenti e alla loro giusta interpretazione nonché far conoscere i vantaggi che comporta l'affiliazione alla Federazione;

 

- far applicare le decisioni degli Organi centrali, e della Assemblea Federale;

 

- coordinare le manifestazioni organizzate dalle società affiliate della provincia di competenza e delle località limitrofe, incidendo riunioni per la stesura dei calendari: internazionali, nazionale, provinciale, onde evitare, nei limiti del possibile, eventuali concomitanze di date in funzione della realtà associativa che la provincia esprime;

 

- provvedere tempestivamente all'affiliazione o ri-affiliazione delle società della provincia secondo le norme emanate dalla Federazione;

 

- diffondere il concorso "Piede Alato", gestire e distribuire il materiale Federale;

 

- diffondere lo spirito della IW, gestire il relativo materiale, provvedendo alla sua distribuzione in occasione delle manifestazioni omologate;

 

- inoltrare alla Segreteria Generale le richieste di omologazione effettuate dalle società;

 

- designare gli addetti alla timbratura ed alla cessione del materiale FIASP/IVV. Queste figure hanno la facoltà di effettuare controlli sul percorso senza preavviso.

 

- ritirare le tessere IVV e i libretti del concorso Piede Alato trasferendo le alla Segreteria
per l'invio dei relativi riconoscimenti;

 

- segnalare agli organi competenti eventuali infrazioni commesse dalle società affiliate,
combinando le relative sanzioni;

 

- tenere sempre stretti contatti con la Federazione e sottoporre eventuali proposte per una maggiore diffusione ed organizzazione su scala nazionale delle attività, in uno spirito di reciproca collaborazione.

Commissario Tecnico Sportivo

 

Il CT.S. è nominato dal Comitato Provinciale, il Consiglio Federale ne ratifica la nomina. Possono essere nominati CT.S. persone aderenti alla FIASP. ritenute idonee per competenza e capacità, che non ricoprano cariche in seno agli Organi Centrali e che non siano Presidenti dei Comitati Territoriali. La nomina è di competenza del Comitato Provinciale su proposta del Presidente della Società/Gruppo affiliato alla FIASP, la nomina può riguardare anche il Socio indipendente, purché ne faccia espressa richiesta. Il candidato frequenterà un corso tecnico sportivo organizzato dal Comitato tramite specifica documentazione fornita dalla Segreteria Generale. La Commissione esaminatrice sarà composta da Membri del Comitato e da un Membro degli organi centrali.

 

E' costituita in ogni provincia la Commissione Tecnica Sportiva, diretta da un responsabile, nominato dal Comitato Provinciale, e composta da un numero di CT.S. non inferiore a quello risultante dal rapporto di uno ogni cinque Sodalizi.

 

I CT.S. esplicano la loro attività prevalentemente nell'ambito della provincia di residenza. Hanno il compito di segnalare alla Federazione fatti di particolare importanza e violazioni dello Statuto e di Regolamenti, di cui siano stati testimoni diretti o ne abbiano avuto conoscenza, anche se verificatisi fuori della provincia di residenza.

 

Per ogni manifestazione sportiva approvata e omologata, il Comitato Provinciale dovrà inviare un adeguato numero di CT.S. per i servizi federali, avuto riguardo al numero dei partecipanti, alla lunghezza dei percorsi e alle relative difficoltà.

 

Il Consiglio Federale può incaricare specificata mente i CT.S. a esercitare la loro funzione anche fuori della provincia di residenza, con il rimborso delle spese vive sostenute a cura della stessa Federazione.

 

Il CT.S.:

 

- esercita il controllo delle manifestazioni federali;

- collabora all'organizzazione e alla riuscita della manifestazione;

 

- provvede a inviare al Comitato Provinciale un rapporto sulla manifestazione per la quale è stato incaricato;

 

- cura la diffusione del materiale federale;

 

- sorveglia e istruisce gli addetti alle vidimazioni dei concorsi nazionali e internazionali, previsti dalla Federazione;

 

- propone al Comitato Provinciale provvedimenti disciplinari circa le inadempienze
riscontrate;

 

- partecipa alla stesura del calendario marce provinciale;

 

- rappresenta la Federazione in assenza di dirigenti federali.

 

La Federazione organizzerà ogni due anni corsi di aggiornamento per CT.S.

 

Norme per la partecipazione ai Concorsi Internazionali lVV I concorsi IVV sono di due tipi:

 

- certificato di partecipazione

 

- certificato distanze parziali

 

Non è obbligatoria la partecipazione simultanea ai due concorsi. I Concorsi sono basati su fasce di partecipazione e di percorrenza, distinguibili fra loro tramite specifiche tessere di colore diverso. Per ogni concorso e gradazione raggiunta, marce o chilometri, sono previsti riconoscimenti diversificati: DIPLOMA - SPILLA - STOFFA.

 

Per il concorso delle distanze, oltre i 22.000 km e le 2500 marce viene rilasciato solo il diploma e la stoffa. Su ogni tessera deve essere indicato il grado da raggiungere, i dati anagrafici, l'indirizzo completo, il numero tessera personale di Socio FIASP.

A) certificato di partecipazione (marce):

 

in ordine d'importanza, le tessere di partecipazione ai fini dei riconoscimenti sono:

 

 

TESSERA VERDE: 10 - 30 - 50 - marce,

 

TESSERA VIOLA: fasce da 25 marce, 75-100-125 ecc..., sino alle 600 marce

 

TESSERA ROSA: fasce da 50 marce, 650-700-750 ecc ... , sino alle 1500 marce

 

LIBRETTO CELESTE: fasce da 100 marce, 1600-1700-1800 ecc ... , sino alle 2400 marce

 

B) certificato distanze parziali (km):

 

in ordine di successione le tessere di partecipazione per acquisire i riconoscimenti sono:

 

TESSERA BLU: fasce da 500 km: 500-1000-1500 ecc ... , sino agli 8000 km

 

TESSERA ARANCIONE: fasce da 1000 km: 9000-10000-11000 ecc ... , sino ai 22000 km

 

LIBRETTO GIALLO: unica fascia di 3000 km sino ai 25000 km, fasce da 5000 km: 30000-35000 40000 ecc ...

 

Sulle tessere devono essere apposti solo timbri predisposti dalla FIASP , non è tollerata la presenza di altri.

 

È vietato apporre i timbri IVV su altri libretti o attestati. I timbri IVV vengono apposti con i seguenti criteri:

 

- partecipazione: un solo timbro per ogni marcia, salvo le manifestazioni di più giorni che prevedono un timbro per ogni giorn,

 

- chilometraggio: un solo timbro per ogni percorso regolarmente completato.

 

Gli incaricati alla timbratura, che viene effettuata solo all'arrivo, si accerteranno che:

 

- il partecipante presenti soltanto la propria tessera;

 

- il nominativo sul cartellino corrisponda a quello della tessera;

 

- il cartellino abbia i controlli che dimostrino il completamento dell'intero percorso, in particolare per quelle manifestazioni con più itinerari.

 

Le tessere hanno validità illimitata.

 

La dimenticanza o la indisponibilità della tessera non dà diritto al rilascio, né a pretendere certificazioni su fogli volanti. Per qualsiasi chiarimento, rivolgersi ai Comitati Territoriali e , alla sede della FIASP.

 

Le presenti norme possono essere modificate dalla IVV.

Il Concorso Podistico Nazionale "PIEDE ALATO"

 

Istituito dalla FIASP è aperto a tutti i partecipanti a manifestazioni organizzate dalle Società
affiliate alla FIASP
. Il concorso ha scadenza annuale (validità da gennaio a dicembre). La partecipazione al concorso è condizionata all'iscrizione, versando la quota ai Comitati Territoriali, i quali rilasceranno un libretto sul cui il Podista avrà cura di registrare il proprio: nome, cognome, indirizzo e l'eventuale Sodalizio di appartenenza. Ulteriori informazioni possono essere assunte presso la Segreteria generale o presso i Commissari tecnici sportivi presenti alle marce FIASP.

 

Uffici di supporto

 

La FIASP presta assistenza tecnica e collaborazione a tutte le Società, Gruppi e Soci Affiliati per la gestione dell'attività sportiva, tramite:

 

  • Ufficio legale.

  •  

  • Ufficio fiscale.

  •  

  • Ufficio sanitario.

  •  

Detti Uffici, annovereranno personale esperto circa i problemi inerenti l'attività Federale e, in specie, su: Attività istituzionali, Disciplina amministrativa delle non competitive, Aspetti tributari, Regolamenti federali, Aspetti assicurativi, Servizi concorsi nazionali ed internazionali, Servizio pubblicitario manifestazioni, Servizi opere di volontariato. Per ogni esigenza, le Società, i Gruppi, i Soci FIASP, potranno rivolgersi con lettera scritta alla Segreteria Generale che attiverà immediato servizio assistenza.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy