FIASP 2groupama70 3ivv70 4ivv eruopa70 5tafisa70

  1976-2021 45 anni dei TEREMOCC con la FIASP!

 

In occasione del 45° anno di fondazione del nostro Gruppo Podistico i Teremocc de Teren, abbiamo intervistato il Fondatore e attuale Presidente Alessandro Sorzi perché ci rilasciasse una dichiarazione di intenti circa il passato presente e futuro per la sua creatura. Ecco le sue dichiarazioni.

Sono impegnato con questo Gruppo da 45 anni, ma mi sembra da ieri!

Tutto è iniziato con il gruppo di amici che all’epoca decidemmo di trovarci per andare a correre insieme tutte le settimane, in quel lontano 1976. Quella decisione rese quegli anni della nostra giovinezza indimenticabili! Ovviamente serviva un presidente e quando incominciarono a fare il mio nome, accettai: sembrava un gioco, tutto quello che facevamo ci dava entusiasmo e gioia di fare e così contagiammo anche altri amici di altri paesi che formarono altri gruppi coi quali organizzavamo manifestazioni.

Per il nome TEREMOCC mi ricordo prendemmo spunto da Terno e dal nostro “caratteristico” modo di presentarci ai raduni delle manifestazioni. Così la nostra corsa annuale, dopo iscrizione alla FIASP di 45 anni fa, divenne la Teremotata. Oltre alla nostra manifestazione principale, non posso dimenticare, e le porto tutte nel cuore, le esperienze delle fiaccolate, venute di moda negli anni ’90, che ci hanno permesso di fatto di girare il mondo. Corremmo ovviamente in tutta Europa e anche negli USA, nel New Jersey, ad Auschwitz, in Polonia, a Strasburgo, a Bruxelles, da Olimpia in Grecia, da Vittoria in Spagna, 3 volte a Roma, poi Torino, Siena, San Leo, Arenzano, Marzabotto, Foligno in Umbria, dopo il Terremoto; oltre 20 da allora! Due, anche se tutte le ho amate, due dicevo, mi sono particolarmente care: quella che ci portò dalla Grecia dei giochi olimpici del 2001, in occasione dell’inaugurazione del Centro sportivo di Terno a casa degli amici di Montelupone e di Ferramondo, l’indimenticabile amico fraterno ora prematuramente scomparso. Con Montelupone, la ridente località marchigiana, iniziammo allora un sodalizio che dura da 20 anni e poi la fiaccolata da Auschwitz a Terno, per quella festa del 25 aprile, per la quale io, Franco ed Ernesto, fummo protagonisti di un indimenticabile viaggio preparatorio di circa 1200 km., per stabilire i contatti. Partimmo ai primi di aprile sulla nostra mitica Mir (Fiat), io alla guida, Franco che conosceva le lingue, ed Ernesto, il camperista per il tragitto. Attraverso Austria, Cecoslovacchia e Polonia, le strade con una segnaletica spesso a noi incomprensibile, diretti all’appuntamento con un polacco, padre di una signora residente a Terno, che abitava in una località il cui nome aveva più consonanti che vocali. Trovatolo, tre giorni per capirci e programmare l’evento, nel quale la carovana al seguito della fiaccola sarebbe stata composta da 7 camper, 5 pulmini e 6 auto private. Partiti da Auschwitz il 18 aprile, gli 8 tedofori, (la prima una donna, Lucia), percorrevano 40 Km. a testa, 200 km. al giorno da lunedì a sabato. La notte riposavamo in palestre, oratori, chiese, che prenotavo precedendo la carovana nel primo pulmino, io con tutte donne. L’ultimo pulmino arrivava a mezzanotte, con i tedofori stanchi da ricaricare per il giorno dopo. Al nostro arrivo al confine italiano ricordo che partivano i caccia americani per bombardare l’ex Jugoslavia e frenare i massacri. La domenica l’arrivo trionfale a Terno per il 25 aprile del 1999, accolti dalle autorità e da tutta la popolazione. Indimenticabili quei giorni, ricchi di nuove esperienze, conoscenze, scambi umani e culturali. Della fiaccolata dalla Grecia oltre che il grande e prolifico incontro con il Gruppo di Montelupone, ricordo con piacere le due traversate, sempre in notturna, da Ancona a Patrasso, la strada di 120 km. per Olimpia e ritorno, e l’incredibile cavalcata, tornando, fatta per risalire l’intera penisola italiana con i nostri ragazzi tedofori a portare la fiaccola Olimpica per inaugurare il nostro centro Sportivo nel 2001. Personalmente poi condivido con tutti i miei Teremocc la gioia e la fierezza di aver conosciuto 20 anni fa gli amici tedeschi di Scwanzerbach, con i quali ci scambiamo la visita in occasione del rispettivo evento podistico, tutti gli anni: molti di noi e di loro hanno imparato studiato le rispettive lingue, per rinsaldare la nostra amicizia e scambiare messaggi anche durante l’anno!”

Ecco questo è solo un assaggio della mia esperienza di presidente dei TEREMOCC DE TEREN, un percorso che ha arricchito la mia vita di tesori di esperienze altrimenti difficili da vivere. Grazie a tutti, avanti così, sono certo che IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE, insieme! Viva i Teremocc, viva la Teremotata!

Queste sono le parole di un Presidente che non molla , da 45 anni: come non augurargli di continuare così, con lo slancio che gli fa superare ogni ostacolo? Grazie dell’attenzione, Vico.

 

teremocc

 

  • 1

INVITO ALLA MARCIA

EVENTI

AVVISO IMPORTANTE

GRUPPI SOCIETA'

COMITATI

Dove siamo

FIASP 2groupama70 3ivv70 4ivv eruopa70 5tafisa70